Facebook Ads: quanto valgono ?

Fra le cose più interessanti che si possono trovare spulciando il documento di quotazione in borsa di Facebook, ci sono molti numeri sul sistema di advertising di Facebook che sono decisamente interessanti per chi si occupa di Marketing e Pubblicità Online. Fino ad oggi infatti il volume di affari dei Facebook Ads era praticamente sconosciuto e si trovavano in rete solo alcune supposizioni. Adesso sappiamo finalmente i veri numeri, con anche qualche utile informazione per pianificare le nostre campagne pubblicitarie su Facebook.

Partiamo con un po’ di numeri. Nel 2011 l’advertising hanno portato nelle casse di Facebook la bellezza di 3,2 miliardi di dollari. Una cifra considerevole che rappresenta l’85% delle entrate di Facebook. Il restante 15% deriva dai pagamenti fatti dagli utenti con i Credits. Quest’ultimo business, probabilmente trainato dai giochi social, è in forte crescita se si pensa che nel 2009 la pubblicità rappresentava il 98% delle entrate di Facebook. Anche i Facebook Ads sono comunque in continuo aumento in termini di fatturato, seppure la crescita stia rallentando: nel 2011 il volume è aumentato del 69% contro il 145% del 2010. L’aumento di fatturato pubblicitario è conseguenza dell’aumento del traffico (+42% nelle impression) e dall’aumento del costo dell’advertising su Facebook.

Quest’ultimo dato è forse quello che ci interessa di più ed è stato scovato dai ragazzi di Inside Facebook. Ecco un estratto di quanto dichiarato da Facebook:

[...] in the fourth quarter of 2011, we increased the reserve price (i.e., the minimum price threshold) in our advertising auction system in order to reduce the frequency with which low quality ads are displayed to users. This change caused a reduction in the overall number of ads shown and increased the average price per ad as a result of factors including the removal of ads with bids that were below the reserve price and some advertisers raising their bids in response to this change.

In parole povere Facebook sta aumentando il prezzo minimo di un Ad sul sito al fine di scremare gli annunci di bassa qualità. Come ovvia conseguenza molte aziende hanno dovuto aumentare l’esborso per ogni click su Facebook. Essendo il meccanismo di pricing basato su un’asta, il costo generale dell’advertising è salito molto nell’ultimo anno e gli annunci con un’offerta troppo bassa non vengono più visualizzati sul sito. Per altro tenete presente che l’Italia da questo punto di vista è ancora relativamente un’isola felice … il mercato dell’advertising su Facebook nel nostro paese sta esplodendo solo in quest’ultimo periodo e ancora si riesce a comprare advertising a prezzi decisamente bassi. La scorsa settimana ero in Silicon Valley e molti imprenditori mi hanno detto che, da loro, il costo per click su Facebook è arrivato a superare abbondantemente il dollaro. Da noi, se si è bravi ad ottimizzare il CTR, si riesce ancora a comprare advertising a meno di 0,1$.

Altro spunto interessante riguarda le integrazioni sociali nei Facebook Ads. Gli annunci che mostrano un riferimento ad amici (ad esempio “All’amico X piace l’azienda Y) mostrano solitamente un tasso di conversione superiore del 50%. Nulla di nuovo ma è interessante sapere un numero ufficiale. D’altro canto anche noi abbiamo riscontrato questa tendenza in tutte le campagne che abbiamo gestito. Quando un Annuncio ha come target gli amici di chi è già fan della nostra Pagina Facebook, il CTR vola alle stelle. Spesso abbiamo riscontrato aumenti anche molto superiori al 50% dichiarato da Facebook. Questo elemento è fondamentale da tenere in considerazione. Ricordate che il PPC su Facebook è direttamente legato alle performance dell’annuncio: più viene cliccato e meno costa. E’ spesso un’ottima strategia fare un investimento iniziale per costruire un’importante base di Fan sulla nostra pagina per poi mirare le successive campagne di advertising ai nostri Fan o ai loro amici: si ottengono risultati impressionanti.

Concludo con un’ultima considerazione sul presente che ci da’ molti spunti sul futuro. Come ormai sappiamo, quasi la metà degli utenti Facebook vedono il sito da un dispositivo mobile. Questi utenti al momento non vengono monetizzati non essendo presente alcun annuncio pubblicitario nelle varie applicazioni Facebook per cellulare. Questo rappresenta un margine di crescita enorme per Facebook che sicuramente vorranno sfruttare nel prossimo futuro. Aspettiamoci quindi l’introduzione di Sponsored Stories nel News Feeds degli utenti mobile. Un’altra ghiotta opportunità per fare marketing su Facebook.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>